Libri vs Ebook

libri vs ebook
https://it.blastingnews.com

La sfida del nuovo secolo: Libri vs Ebook

Libri vs Ebook: i vecchi libri contro i nuovi schermi.

Se siete qui amate leggere, in tutte le forme, con tutti gli annessi e connessi.

Eppure sappiamo benissimo che il modo in cui lo si fa cambia per ognuno di noi. Difficile consigliare a qualcuno che legge come farlo e in che modo. Per chi vorrebbe leggere di più invece potrebbe essere interessante assistere a questo incontro. Spero sia interessante per entrambe le fazioni, suvvia!

Vi ancorate al vostro infallibile metodo di lettura oppure siete aperti a nuove frontiere?

Da quando internet è apparso nel nostro etere la possibilità di leggere è aumentata, spesso ad appannaggio di articoli (che Dio volesse solo quello!) e social network.

Senza addentrarsi nell’inconsistenza spesso presente nei social e l’aumento esponenziale di video che in un certo qual modo ha deturpato la lettura classica, codesta tecnologia ci ha “donato” gli ebook. Evitando di imbattermi su cosa siano gli ebook (spero non ce ne sia bisogno), volevo parlare della differenza tra i due modi di leggere, i loro vantaggi e, soprattutto, la stupidità nell’escludere l’uno o l’altro.

L’estremismo non mi ha mai convinto.

Ho voluto scrivere questo articolo perché diverse persone che conosco leggono solo comprando libri nuovi, snobbando altri modi per aggiudicarseli. Per carità, non c’è niente di sbagliato in questo. Il classico vince sempre (o quasi).

Gli ebook sono un interessante strumento, spesso gratuito, comunque più economico ed immediato, per reperire i propri libri preferiti. Non dimentico però (e non lo fate anche voi) che esistono mercatini dell’usato, biblioteche e il vecchio e caro scambio.

Inizia la sfida!

Libri cartacei – Perché li amiamo?

Sono un lettore vorace. Leggo in ogni momento libero e preferisco leggere a qualsiasi altra forma d’intrattenimento. Leggo romanzi, racconti e saggi e in più leggo per informarmi e per fare ricerca, leggo quello che scrivo e leggo, ogni tanto, anche i post sui social.

Ho sempre almeno tre libri sul comodino che sposto dalla scrivania al tavolo da pranzo, allo zaino, in continuazione.

Credo che posso parlare a nome di tutti -i lettori voraci- dicendo che abbiamo una sorta di feticismo per i libri.

Ci piace vederli sulla libreria, ci piace annusarli, toccarli, impilarli, sfogliarli, muoverli, riprenderli, rileggerli, averne sempre di nuovi, pensare di leggerli tutti, un giorno.

Si incastrano tra di loro creando, a volte, cornici perfette. Vederli ci fa venire fame e ci dà frustrazione. Riusciremmo mai a leggere tutti i libri scritti nel mondo? Ci speriamo, come ingenui bambini, ma siamo a conoscenza della nostra bugia.

Ogni libro fisico che abbiamo o che vediamo in un’altra casa ha una storia personale ben definita:
  • Regalo
  • Acquisto sbagliato o fortunato
  • Un affare
  • Un ritrovamento
  • L’unione di due librerie
  • Il libro scritto da un amico
Questi sono solo alcuni dei motivi, tra l’altro generici.

Ho dei libri che non ho mai restituito. Un dare e avere perché molti miei libri sono in giro da un decennio.

Molti hanno una dedica, alcuni hanno delle macchie di caffè, di birra, di vino. Alcuni con muffa ripulita e non, senza copertina morbida o con la stessa tutta distrutta.

Ci sono libri che hanno viaggiato con me, altri che hanno dovuto far un loro personale viaggio per arrivare a me. Esistono i libri usati, quelli che hanno molte storie, molte anime.

Libri che ho odiato, che non sono mai riuscito a finire, libri in cui ho lottato e altri che sfoglio di tanto in tanto giusto per ricordarmi il momento in cui l’ho letto, per riprovare a rievocare un'emozione.

Potrei andare avanti ancora per molto tempo.

La fisicità del libro cartaceo è come un quadro, un’opera d’arte. Averlo tra le mani, leggerlo, conservarlo e prestarlo è una poesia che si può toccare.

Libri vs ebook 1-0

Libri cartacei – Perché sono scomodi?

Nell’ultimo secolo si sono inventati i tascabili, libri anche abbastanza lunghi ridotti ad una misura più minuta e leggera (e quindi più economica). Ma i mattoni non si sono mai estinti. Quando si va in libreria per acquistare un libro sembra che si debba per forza comprare un mattone per giustificare il suo prezzo. Anche un libro piccino può regalare forti emozioni.

Scrivere un lungo libro non è facile (per esperienza) e quando ti si presenta questo signore in doppio petto è facile farsi intimorire.

Se si supera questo impasse un altro ostacolo è dietro l’angolo: ci si può annoiare.

Scrivere un libro “breve” è altrettanto difficile (per esperienza), a volte più difficile. Non fatevi guidare dal prezzo. Scegliete nel modo più libero, pensando al genere che vi piace, all’autore che avete sempre voluto leggere o approfondire, dall’umore che in quel momento avete e volete assecondare.

Ma, se posso dirla tutta, un libro è scomodo da leggere.

A letto diventa pesante, ti fa addormentare la mano, ti anchilosa il polso. Sottolineare diventa poco pratico, ritrovare i tuoi segnalibri diventa un lavoro da Sherlock Holmes. Portarselo in giro può riservare diverse complicanze.

Ci si può far sommergere dai libri? È una bellissima immagine ma alquanto impraticabile, soprattutto se la tua compagna ti dà il veto, ti dà un massimo di libri al mese da riportare a casa. La praticità non è il suo forte (del libro, non della mia compagna).

Libri vs ebook 1-1

Libri cartacei – Vantaggi e soluzioni

Quando ti rendi conto di stare dormendo, pur mantenendo il libro in mano, è il momento di chiuderlo e mettersi a dormire. Il rumore che fa quando cade è meglio di un film horror. Spesso, con il libro in mano, sogno la continuazione della trama del romanzo. (Sogno righe e righe di testo!)

Finire un libro, chiuderlo, sospirare, lasciarti qualche minuto per riflettere non può essere quantificabile, non gli si può dare un prezzo. Inoltre è una soddisfazione non da poco, soprattutto se è stato un libro difficile.

Ti sprona a leggere ancora, ti fa venire subito voglia di prenderne un altro e così all’infinito, così fino all’ultima stella a destra.

Si può però evitare di comprare in maniera compulsiva. C’è la possibilità di scambiarsi libri con amici e conoscenti e poi restituirseli. È un buon modo per leggere e non appesantire la tua libreria o la tua casa. Un gran risparmio di soldi e di spazio.

Abbiamo a disposizione però un metodo ancora migliore e spesso dimenticato. IL luogo magico, che esiste da millenni, a cui molti scrittori hanno dedicato saghe intere, in cui gli stessi hanno parlato dei propri libri, in cui abbiamo conosciuto un amore, un nemico, nuovi mondi.

Un luogo dove si può studiare, in silenzio, dove si possono fare tantissime attività.

Benvenuti in Biblioteca.

Spesso la tessera è gratuita e ci si possono trovare libri di ogni genere. Si prendono in prestito, si leggono e si riportano.

Magari evitare di sottolineare, ok? Ricordarsi che in questi luoghi ci si può far fotocopiare delle pagine! Nessun problema di spazio. Non ho i soldi per comprare libri? Balle.

Un luogo ormai molto sottovalutato. Se si amano i libri cartacei questo luogo fa al caso vostro.

P.s. Questo stralcio di articolo è volutamente banale.

Sapete che le Biblioteche comunicano tra loro? Siete a conoscenza che una Biblioteca può richiedere un libro che non ha e farselo inviare da un’altra Biblioteca? Che cosa aspettate a farvi la tessera e a frequentarla?

Presentazione di libri, eventi culturali, sponsorizzazione del territorio, e molto altro. Certo non tutte le biblioteche saranno così attive ma non si sa mai… tutto può trasformarsi, anche grazie alla nostra partecipazione.

Libri vs ebook 2-1

Ebook – Perché li amiamo? Quali sono i vantaggi?

In primo luogo occupano uno spazio ridotto, sia dentro una pendrive che dentro la cartella di un pc. Si possono accumulare, soddisfacendo così la malattia che affligge ogni lettore vorace.

Con l’avvento degli ebook è nato anche un nuovo modo per poterli leggerli, evitando anche di bruciarsi gli occhi, distruggersi la schiena, stando davanti ad un computer: Ebook reader.

Io ne conosco due tipologie di cui una è in mio possesso. Un Reader che legge file epub e un altro che legge file mobi/AZW.

Adesso li fanno sottili, leggeri e piccoli ma anche all’inizio di questa nuova Era rimanevano sempre più leggeri e maneggevoli di un libro.

Senza questi convertitori di libri gli ebook sarebbero rimasti utili per digitalizzare libri e documenti e mantenerli nel tempo senza doversi barcamenare alla ricerca di spazio per l’archiviazione, tra le altre cose. Ma la stampa cartacea sarebbe stata inevitabile.

Quali sono i vantaggi di utilizzare un lettore di ebook?

  • Hanno la capacità di avere all’interno centinaia di libri
  • La batteria dura almeno una settimana
  • Non fa male agli occhi
  • È leggero
  • Puoi portarlo sempre con te (anche in tasca)
  • Evitare di portarsi dietro tanti libri (vacanze o mini viaggi senza dover scegliere, senza grossi pesi)
Gli ebook (spesso) sono meno costosi. Ovviamente è un file ed è anche giusto che costi di meno. L’assenza di fisicità ci fa storcere sempre il naso.

Si possono trovare diversi libri gratuiti, spezzoni di romanzo, racconti su varie piattaforme/siti legali. Esistono molti libri in formato pdf e gratuiti. Con un semplice programmino si possono trasformare codesti file nel formato preferito e leggerli sul proprio lettore.

-Ho letto un saggio breve sulla storiografia dell’arte ellenica di Plinio il vecchio, alcune riviste online di racconti, un saggio giuridico sulla costituzione di Weimar.-

Ma la cosa fondamentale, almeno per me e per il mio lavoro non pagato, è la possibilità di sottolineare con una facilità estrema, recuperare le note in qualsiasi momento in poche semplici mosse (per una recensione, per un post, una ricerca per un racconto/libro che sto scrivendo) ed infine, per la mia malattia compulsiva di tenere traccia di qualsiasi cosa che leggo o scrivo, poter archiviare le mie note per libro o per argomento o per qualsiasi altra cosa mi venga in mente.

Non avete anche voi il vostro file intitolato -Il mio indice?- Magari un giorno vi spiego cos'è.

In ultimo, vale sempre la regola dello scambio tra amici. Semper fidelis.

Libri vs ebook 2-2

Ebook – Perché sono scomodi?

In realtà non lo sono, tutto il contrario. Ma questo mio articolo non è un elogio all’ebook e il suo amico reader, anche se sembrerebbe.

Potrebbe diventare un consiglio, un buon consiglio, per chi ama scrivere ma non è ancora avvezzo a leggere con costanza, per chi legge poco o per chi vorrebbe leggere di più, per chi cerca dei metodi più rapidi per analizzare dei testi.

Avere la possibilità di mettersi il Reader in tasca e accenderlo, come fareste con il  telefono, e avere sempre una grande scelta e non solo un titolo.

Immaginate mentre aspettate qualcuno che fa tardi oppure mentre siete in sala d’attesa oppure alla fermata del treno. Invece del telefono avete il Reader, scrollate, scegliete e leggete. Un tasto, si spegne, si mette in tasca o in borsa e pronti per acciuffare il treno, fare la visita, vedersi con l’amico/a o la ragazza/o
Ma qualcosa di scomodo anche l’ebook ce l’ha:
  • Non hai i titoli a portata di mano, belli impilati, a vista.
  • Non hai la quarta di copertina, la visione della mole, non puoi dare un occhiata veloce
  • Carichi tanti libri e ti perdi nella scelta (che rimane sulla carta, sul titolo, senza fare quello che ho scritto nel punto qui di sopra)
  • Il prezzo “basso” non ti fa recepire l’importanza del lavoro dell’autore con conseguenza perdita di interesse per il libro, a volte (un bel mattone costoso può star là a prendere polvere? Cazzo l’ho pagato profumatamente! Ma a volte succede, eccome.)

Libri vs ebook 3-3

Libri vs ebook – Nessun knockout, si va ai punti

Ci sono molti modi per leggere, ci sono molti modi di leggere, ci sono molti strumenti per leggere.

Il mio personale manifesto sulla lettura (ancora in fase embrionale) parte da due postulati:

  • Si possono leggere più libri contemporaneamente
  • Ci sono letture per la mattina, per il pomeriggio e per la notte.
Per cui uso tutti i metodi possibili per leggere, senza farmi scappare occasioni, senza precludermi nuove strade.
  • Di mattina leggo con calma, mentre faccio colazione, sto seduto, posso leggere un bel libro cartaceo, anche un bel mattone.
  • Nel pomeriggio, se sono a casa, preferisco il libro cartaceo ma se sono in giro vai di lettore ebook!
  • Di sera, a letto, dipende. Se sto leggendo un romanzo che mi sta prendendo particolarmente non rinuncio al cartaceo  anche se il polso potrebbe infiammarsi di nuovo. Poi, come dicevo in appendice del paragrafo, la sera prediligo una lettura leggera, facile, scorrevole. Niente saggi, niente classici. Tutto sul Reader.
Comunque potete vedere, e anche io con voi, che sebbene ho decantato i vantaggi dell’ebook è sempre il libro fisico che preferisco.

A volte è necessario usare altri modi. Trovare un libro non è cosa facile soprattutto in provincia. La voglia di avere tra le mani un testo diventa irrefrenabile e si usano tutte le maniere possibili, in questo caso un bell’ebook. Un click ed è tuo, due click e stai leggendo.

Faccio parte della generazione del 56k, del telefono occupato quando si sta collegati, di studenti.it e i suoi provvidenziali compendi, di myspace e messanger e i trilli, della nascita di napster, della sua morte e l’emulazione dei suoi figli. Gli ultimi che ancora usavano i floppy e li hanno visti morire. Carta e penna, riassunti delle lezioni, sottolineatura a mano, appunti nei punti bianchi di un libro.
(adesso probabilmente registrerei un audio, userei un tablet, foto come se non ci fosse un domani.)

Tante cose hanno migliorato la mia vita, l’hanno semplificata. Altre l’hanno peggiorata, hanno fatto perdere il significato di alcune azioni. Io non voglio perdere pesanti ma sacrosante abitudini, che hanno significato e che ti addestrano a pensare e a restare vivo. Ma sarei stupido a non approfittare di taluni vantaggi tecnologici. Giusto quello che mi occorre, senza esagerare, pensando a quello che si fa, sempre con consapevolezza.

Per leggere questo ed altro!
Siete estremisti della lettura oppure progressisti di nuove strade?
Romantici lettori o lettori futuristici?
Quali vantaggi trovate nei libri e quali negli ebook?
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x